Progetti

Nella sezione Progetti c’è una raccolta dei modelli che col tempo abbiamo modellato o scansionato, alcuni di questi modelli sono rilasciati con licenza CC e sono liberamente scaricabili e modificabili.

L’idea finale è quella di applicare il modello dell’opensource all’archeologia creando una rete di modellatori, architetti, ingegneri, archeologi, storici e appassionati in genere a collaborare al fine di ricreare ciò che il tempo ha portato via.

Modelli su Sketchfab

Progetto: Santuario di Hera Lacinia, Capocolonna, Crotone

  • Il santuario di Hera Lacinia di Capo Colonna, dipendente dalla città di Crotone antica, fu uno dei santuari più importanti della Magna Graecia dall’età arcaica fino al IV secolo a.C., finché cioè fu sede della lega Italiota prima che si trasferisse a Taranto.
  • Il sito del santuario era in una posizione strategica lungo le rotte costiere che univano Taranto allo stretto di Messina, su un promontorio chiamato anticamente Lacinion, che diede anche l’epiteto alla dea venerata, Hera Lacinia. Il nome odierno invece ricorda le rovine del tempio (con l’ultima “colonna” in piedi), mentre il nome usato fino all’epoca moderna, “Capo Nao”, altro non è che una contrazione del greco naos, che significa appunto tempio.
  • Il santuario era stato edificato alla fine del VI secolo a.C. ed era anche chiamato di Hera Eleytheria, come resta testimoniato da un’iscrizione sul cippo del Lacinion, al Museo archeologico nazionale di Crotone. Nel XVI secolo fu quasi completamente saccheggiato per riutilizzare i materiali da costruzione. (fonte Wikipedia)

Santuario di Hera Lacinia, Capocolonna, Crotone